news_56_big-770x364

Di Salvatore La Rosa (Punto Mat)

 

Nel contesto attuale, in cui si pone sempre maggiore attenzione alla qualità della vita e alla salute, il comfort abitativo gioca un ruolo sempre più determinante, sia perché trascorriamo negli edifici gran parte del nostro tempo, sia perché esso ha significativi effetti sulla nostra salute.

Il comfort abitativo è determinato da fattori soggettivi, come ad esempio l’estetica dell’abitato, e da fattori oggettivi, come la qualità delle strutture e la qualità dell’isolamento. Un edificio moderno e a misura d’uomo deve garantire una temperatura interna gradevole e costante e aria priva di inquinanti, oltre a essere protetto da funghi e muffe che causano problemi di carattere allergico e sgradevoli inestetismi sulle superfici interne dell’edificio stesso.

I sistemi di isolamento termico a cappotto sono in grado di migliorare efficacemente la qualità della vita perché rendono l’edificio atto a mantenere la sua temperatura interna costante e l’umidità sotto controllo, oltre ad incrementarne la resistenza meccanica e la protezione da rumori interni ed esterni.

In sostanza, si tratta di un sistema che rende confortevole ed efficiente qualsiasi tipo di edificio, nuovo o esistente, senza interferire in alcun modo con le abitudini di chi vi risiede, e il suo impiego comporta un significativo risparmio economico e si traduce in un comportamento ambientale virtuoso.

 

comfort abitativo